Presentazione

Il Festival del pastoralismo nel 2015

(suoni e sapori d’alpeggio tra Bergamo, Milano, Brescia e le valli orobiche)

Festival Pastoralismo BG_Valli

TavoliTerre d’Alpe è un evento-circuito culturale itinerante avviato nel dicembre 2013 a Cuneo e proseguito a Bergamo con il Festival del Pastoralismo (ottobre 2014-gennaio 2015) che intende sviluppare nel semestre Expo numerosi eventi in Lombardia.

Festival del pastoralismo – Terre d’Alpe si prefigge di valorizzare l’immagine delle Terre Alte alpine quale area ricchissima di storia, di culture umane, di espressioni artistiche attività produttive troppo spesso messa in secondo piano dall’immagine di una montagna quale mero fondale di attività ricreative e sportive o da destinare al ritorno di una malintesa “natura selvaggia” .
Festival del Pastoralismo Terre d’Alpe promuove, nel quadro delle nuove esigenze di riterritorializzazione, l’incontro tra la cultura urbana e la realtà agropastorale alpina, una realtà che oggi riveste un rinnovato significato economico ed ecologico ma che, al tempo stesso, è caratterizzata da un persistente legame con le culture ancestrali e quindi da una pluralità di risorse e di patrimoni spendibili anche sul piano turistico e agroalimentare.

Il format è basato su un evento principale in una città pedemontana (interessate in un passato non lontano ai passaggi delle transumanze e ai commerci dei prodotti caseari dell’alpeggio) e su eventi satelliti nelle valli all’insegna di storia, gastronomia, tradizioni e rituali, consumo consapevole, ecologia umana. Gli eventi consistono in convegni, proiezioni di film e presentazioni di libri a tema, mostre culturali, mostre-mercato di prodotti dell’artigianato alimentare e non, eventi gastronomici, performances musicali, laboratori didattici. La visibiltà esterna dell’evento nello spazio urbano è affidata alla “transumanza” con passaggio di greggi in città e paesi. Attraverso la rievocazione di un paesaggio visivo e sonoro coinvolgente si opera il riavvicinamento simbolico tra le dimensioni dell’uomo in simbiosi con l’animale (e indirettamente anche con le comunità vegetali e lo spazio naturale) e quella artificializzata dello spazio urbano.
La promozione di una cultura ecologica di riscoperta del legame territoriale è perseguita attraverso la combinazione di supporti cognitivi (la componente legata alle mostre, alle conferenze, alla didattica) ed emotivi.
Oltre alle “transumanze” l’ aspetto di spettacolarizzazione e di stimolazione emotiva si affida alle suggestioni della riscoperta di espressioni culturali e rituali “tribali” riproposte nel contesto cittadino con azioni svolte dagli autentici partecipanti a questi vecchi-nuovi riti della cultura agropastorale alpina.
La dimensione dello scambio e della contaminazione incrociata tra culture è rafforzata dall’organizzazione estiva di eventi sugli alpeggi e nelle valli con la“salita al monte” dei cittadini speculare alla “discesa in città” di animali, pastori e montanari. Occasione per capire e valorizzare sia le comuni radici che le differenze (come elemento di una ricchezza complementarietà oggi spesso compromesse da chiusure particolaristiche e stereotipizzazioni).

Nella programmazione e organizzazione degli eventi che valorizza l’autorganizzazione e il volontariato hanno un ruolo attivo i pastori, i produttori caseari di montagna, le associazioni culturali locali, gli operatori del commercio e del turismo, i gruppi spontanei, le pro loco determinandosi già su questo terreno un significativo scambio di punti di vista come premessa di rafforzamento di reti esistenti e di crazione di nuove (da questo punto di vista è da citare il contributo della rete “principi delle Orobie” che coinvolge operatori caseari, turistici e culturali) .

Il programma 2015

Alla chiusura del Festival del Pastoralismo di Bergamo 2014 (18 gennaio) faranno seguito iniziative nelle valli per il periodo invernale in coincidenza con eventi quali La Scassada del Zenerù di Ardesio (26 gennaio). Terre d’Alpe- Festival del Pastoralismo riproporrà parte delle iniziative svolte a Bergamo alta nell’autunno-inverno (materiale espositivo, proiezioni di film, presentazione di libri).

Periodo Expo

17-19 maggio. Il Festival del Pastoralismo parteciperà a Milano (Biblioteca comunale Chiesa Rossa) alla terza edizione di Latte&Linguaggio. Sarà presente con la Mostra sui campanacci da pascolo da tutto il mondo, con gruppi di “scampanatori” dalle valli orobiche, l’organizzazione di performances musicali basate sull’impiego (tradizionale e non) come ‘macchine sonore’ di comuni attrezzi utilizzati per la produzione del latte in alpeggio, l’organizzazione di degustazioni di particolari preparazioni di carne ovina.

Giugno-settembre – partecipazione del Festival del pastoralismo ai programmi di iniziative organizzate presso rifugi, alpeggi, passi alpini dai FPO (Formaggi Principi delle Orobie) per promuovere le Vie dei formaggi e delle transumanze orobiche. Il festival del pastoralismo curerà l’organizzazione di attività volte alla conoscenza e al rilancio di tradizioni musicali e rituali legati alla vita d’alpeggio. In particolare rilanciando come strumento musicale l’antico Corno delle alpi (la cui ricostruzione sulla base di una raffigurazione del XV sec. è stata presentata a Bergamo nell’ottobre 2014) e riproponendo le sonorità della cornamusa bergamasca e di altri strumenti dei pastori come i flauti di legno che venivano suonati in alpeggio sino al XIX secolo ma anche organizzando “concerti” di campanacci e di attrezzi per la mungitura e la lavorazione del latte.

Giugno – Edizione straordinaria del Festival del Pastoralismo organizzata sull’arco di 2 week end a Brescia e comuni limitrofi che coinvolgerà con una “transumanza” tra il Monte Maddalena e il centro storico (con sosta al Castello per dimostrazioni di tosatura ecc.) un gregge di pecore che da alcuni anni è impiegato dal Parco delle colline in interventi di miglioramento ambientale. Nell’ambito della manifestazione sarà valorizzato il passaggio in comune di Brescia dei greggi diretti in val Trompia e val Camonica. Verrà riproposta la mostra “Paesaggi sonori d’alpeggio” e riprese le iniziative di valorizzazione del Castrato avviate qualche anno fa dai pastori dell’Associazione pastori lombardi con alcuni ristoratori bresciani.

Primo o secondo week end di ottobre – In alta valle Camonica. Inserimento nel circuito del Festival del Pastoralismo della seconda edizione della Grande transumanza camuna con 1300 pecore. Nel 2014 l’evento ha interessato Ponte di Legno e Vezza d’Oglio con l’attraversamento dei centri storici. Nel 2015 il percorso a piedi del gregge si prolungherà sino ad Edolo con eventi culturali e gastronomici nelle località attraversate.

Ultima settimana di ottobre – Apertura della seconda edizione del Festival del pastoralismo a Bergamo con la transumanza di centinaia di pecore sulle mura venete sino ad Astino, una nuova mostra tematica su “Vita d’alpeggio nelle Orobie”, conferenze, film, rassegna gastronomica, eventi musicali

creazione e gestione sito

Michele Corti   tel 3282162812   michelecrt@gmail.com

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...